Il linguaggio visivo di U-Ram Choe descrive nuovi tipi di forme organiche incorporati in strutture fatte d’acciao, robotica e acrilico. Le installazioni di questo artista coreano esplorano i confini della scoperta archeologica e la morfologia dello sviluppo, tracciando delle fasi evolutive immaginarie.