Marco Tempest aggiunge sempre quel tocco di magia e poesia in un mondo di nuove tecnologie sperimentali. In questo nuovo video il “technoillusionist” utilizza droni autonomi, quadricotteri che volano come uccelli addestrati e che rispondono ad ogni suo comando. La tecnologia di automazione che ha permesso a Marco Tempest di destreggiarsi in questo modo è stata realizzata da Daito Manabe e Motoi Ishibashi grazie al loro team Rhizomatiks Research di Tokyo.

Dato Manabe: “ By extending the possibility of expression through technology artists can bring their work to a point where it excels. By controlling multiple drones moving freely through a three-dimensional space we can now conjure our mental images in the real world.”

Marco Tempest: “It enables us to explore the anthropomorphisation of technology, an illusion with far reaching consequences as we share our world with an increasing number of autonomous and seemingly intelligent machines and digital devices.”