La trasposizione della persona è un tema caro a Daniel Rozin; formatore, artista e sviluppatore che continua a indagare sul tema con questa installazione dal titolo “PomPom Mirror”. 928 i pon pon di pelliccia bianchi e neri che costituiscono questo specchio che ritrae lo spettatore grazie al movimento continuo dei 464 motori e di una camera Kinect per il tracciamento.