La giapponese Horio Kanta ama sperimentare e creare installazioni sonore. Particle è posizionato su un tavolo e connesso ad un PC da cui sono controllate le correnti direzionali per ogni elettromagnete. Il programma software, semi-controllato da Kanta, attiva quindi in maniera casuale i magneti. I suoni che è possibile ascoltare provengono dalle graffette che sono arbitrariamente deformate o tagliate in segmenti più brevi e posizionate sulla superficie.