Lasciamo Netmage 2011 nel dominio dell’ arte, senza scomodare l’ interaction design e i new media. La location era davvero prestigiosa, il palazzo Re Enzo renderebbe speciale qualsiasi evento venisse ospitato al suo interno. Quello in cui ci siamo trovati coinvolti durante la serata è stato un susseguirsi di performance e proiezioni che lasciamo commentare ai lettori del blog.

THE ROOM di Luke Fowler, Keith Rowe e Peter Todd (UK)

The Room è un progetto generativo che vede la collaborazione tra due filmaker/artisti visivi, Luke Fowler e Peter Todd, con il musicista Keith Rowe, in un live musicale che accompagna due film 16 mm. The Room è un progetto di collaborazione fra artisti, una ricerca che ruota intorno all’ entità della stanza. Spazi prevalentemente non abitati ma portatori del residuo di attività umana, o sentiti come archivi di eventi storici o quotidiani, di attività artistiche, di effetti ed affetti personali e di casualità. Ognuno ha lavorato in modo indipendente nel processo di costruzione dell’ opera: ad ogni nuova presentazione si aggiunge una nuova stanza, filmata sia da Fowler che da Todd, con una Bolex caricata con bobbine da 3 minuti; nella stanza avvengono interventi che si adattano alla specificità del luogo e del contesto; Keith Rowe reinterpreta dal vivo l’ ambiente visivo con suoni/rumori presenti nella stanza.