Paul Prudence è un visual performer che realizza performance live di tipo generativo (una panoramica di suoi lavori selezionati è visibile qui). Il suo ultimo progetto “Rynth” utilizza i parametri di analisi del suono in tempo reale con cui realizza trasformazioni e deformazioni primitive geometriche. Il risultato è questo morphing di costruzioni geometriche che rendono omaggio ai dispositivi giroscopici e alla meccanica anti-gravitazionale.