L’installazione interattiva “Res Sapiens” (del collettivo multidisciplinatre LUST lab) parte da questo quesito “cosa accadrebbe se internet fosse parte degli oggetti di uso quotidiano?”. Il progetto Res Sapiens fonde il mondo digitale con quello fisico e li collega senza soluzione di continuità trattandole allo stesso modo. Lamp 001 è il primo esempio di Res Sapien. Il flusso continuo di dati digitali sono la linfa vitale di queste lampade. Res Sapien trasforma il flusso di dati in qualcosa di tangibile.