Musica elettronica e sperimentazione artistica saranno le protagoniste indiscusse di Kernel Festival /011: alla sua prima edizione la manifestazione catalizzerà personaggi di rilievo sulla scena artistica e musicale internazionale, insieme a talentuosi emergenti, selezionati dalla commissione tra 250 proposte da 39 nazioni nel mondo. Dal 1° al 3 luglio, in una location d’eccezione quale Villa Tittoni Traversi a Desio (MB), prenderà forma un ambizioso progetto a base di mostre, performance audiovisive, proiezioni architetturali, installazioni, dj set e musica dal vivo, per condividere idee, immagini, suoni ed energia.Lungi dal proporsi come un evento statico, Kernel Festival /011 sarà luogo privilegiato di interazione tra ritmi, tecniche artistiche e culture differenti, grazie a laboratori tenuti da artisti affermati nei quattro ambiti di interesse del Festival: Electronic Sound and Music, Audiovisual Mapping, Interactive and Digital Art e Temporary Architecture.

Di seguito il programma nel dettaglio dei cinque workshop:

Venerdì 1° e Sabato 2 luglio (11-18)Elettronica musicale di base e circuit building: costruiamo il nostro sintetizzatore”: Giovanni Membretti e Tonylight della community milanese Otolab forniranno utili informazioni sul funzionamento dei circuiti elettrici che costituiscono sintetizzatori e strumentazione elettronica (http://www.kernelfestival.net/festival-011/workshop/workshop-otolab/).

Venerdì 1° luglio (11-18) “Workshop audiovisual mapping”: Telenoika è una comunità artistica catalana specializzata in proiezioni architetturali che condividerà le proprie conoscenze con i partecipanti al workshop, dalle basi pratiche come il posizionamento del proiettore, a elementi specifici come la virtualizzazione dello spazio e la deformazione prospettica (http://www.kernelfestival.net/festival-011/workshop/workshop-telenoika/).

Sabato 2 e Domenica 3 luglio (11-18) “Metodologie e Progettazione di un 3d Architectural Mapping”
: tenuto dal digital artist Roberto Fazio, il laboratorio consentirà di arrivare a padroneggiare le basi della videoproiezione di geometrie tridimensionali su superfici architettoniche (http://www.kernelfestival.net/festival-011/workshop/workshop-mapping-fazio/).

Venerdì 1° e Sabato 2 luglio (11-18) “Open Hardware Lab”: laboratorio teorico e pratico con relatore d’eccezione Alex Posada (Hangar), che illustrerà i componenti e il funzionamento di circuiti e sensori per arrivare alla progettazione di prototipi di dispositivi elettronici interattivi (http://www.kernelfestival.net/festival-011/workshop/workshop-posada/).

Venerdì 1°, Sabato 2 e Domenica 3 luglio (11-18) “From smart materials to smart structures”: i docenti Andrea Balestrero (A12) e Luca Fumagalli (Saes Getters) daranno la possibilità di lavorare con un’innovativa lega metallica a memoria di forma per realizzare modelli di strutture dinamiche (http://www.kernelfestival.net/festival-011/workshop/workshop-architecture/).