Il video mapping in Italia ha trovato la sua casa nel Kernel Festival di Desio. Una 3 giorni di workshop, incontri, installazioni interattive, video mapping e dj set tutto di altissimo livello. Questo risultato non era cosa facile visto che l’organizzazione si trovava alla sua prima edizione in una location prestigiosa come quella di Villa Tittoni. Del Kernel Festival ho assaporato solo la serata di sabato 2 luglio e avendo visto il livello rimpiango non averlo potuto vivere a pieno. Il programma di musica elettronica era a base di diverse sfumature di techno: da quella sperimentale di Tonylight a quella concreta del Moritz von Oswald Trio passando per quella scura di Shed, stella del Berghain, fino alla performance di Troy Pierce, ospite d’eccezione di sabato.

Il cuore della serata sono state le performance di mapping video che si sono alternate. Dei veri e propri show che hanno scosso dalle fondamenta villa Tittoni e la sua facciata. Ogni artista si è esibito proponendo al pubblico il suo stile con grande classe ed efficacia. Si sono esibiti: InsichLab, Luca Agnani (già presente su questo blog), AreaOdeon e il collettivo spagnolo Telenoika.

Con rimpianto non ho potuto documentare le installazioni interattive presenti all’interno della villa, ma ci sarà sicuramente modo di trovarne documentazione in giro per il web.