Installazione realizzata da Adrien Mondot, ologrammi di “organismi biologici” composti da lettere, compiono evoluzioni in un mondo surreale