Lavorando al lungometraggio “i colori della passione”, il regista polacco Lech Mejewski ha realizzato “Bruegel Suite”, un’installazione presentata al Musée du Louvre e alla Biennale di Venezia nel 2011. Nel capolavoro del maestro fiammingo, due sacrifici sono perpetrati dalle Tuniche Rosse ( i soldati della milizia spagnola che punirono “gli eretici delle Fiandre”). Sebbene il quadro descriva un episodio avvenuto nel 1564, il soggetto rimane di sorprendente attualità: violenze in nome della religione si verificano ancora oggi. Grazie a un raffinato utilizzo della tecnologia, lo spettatore delle “Bruegel Suite” di Majewski entra nel mondo visionario dell’artista fiammingo attraverso un arazzo digitale tessuto con strati di prospettiva, fenomeni atmosferici e persone.

 

This refined use of digital technology brings the spectator into the painting created by the renowned Flemish master, to navigate through pixels and colors in order to explore a virtual landscape animated by new life.