Una serata di Digital Live Performances da non perdere questo venerdì 30 novembre presso l’ Opificio Telecom Italia di Roma. A questo link la pagina facebook dell’evento.  (il filmato nel post si riferisce al progetto “Luma” del duo xx+xy).

 

Ciò che caratterizza il background delle arti digitali è l’interazione tra tutte le forme espressive legate allo sviluppo delle tecnologie: le ricerche sui meccanismi cinetici e sul feedback, l’utilizzo di regole e modelli propri della fisica, l’acustica, la matematica, la biologia, la robotica. In questo contesto l’attenzione viene rivolta alle arti intermediali e all’aspetto contestuale delle performances live. Immagini e suoni sono diventati ormai dati informatici modificabili con l’utilizzo di appositi software creati ad hoc da una nuova generazione di artisti-ingegneri.


PROGRAMMA

h 18:30
- Incontro con gli artisti: Roberto Pugliese, Franz Rosati, xx+xy visuals and sound art project.
- Presentazione dell’opera Equilibrium Variant di Roberto Pugliese – Courtesy Galerie Mario Mazzoli e Roberto Pugliese.
- Eclipse/Collapse, Performance di Franz Rosati e xx+xy visuals and sound art project.
- Streakline #1, Performance di Franz Rosati.

 

Le due performance di Franz Rosati e del duo multimediale formato da Giuseppe Pradella e Sladzana Bogeska, in arte xx+xy visuals and sound art project, esplorano le potenzialità espressive del processo creativo digitale. Le sonorità sono connesse da un tessuto visivo, generato in tempo reale, che crea un paesaggio interattivo continuo tra il suono e il video.
Con l’opera Equilibrium Variant Roberto Pugliese indaga le potenzialità dell’effetto Larsen, conosciuto anche come feedback. L’installazione è costituita da due bracci robotici controllati da un software, che ne modifica in tempo reale la posizione in maniera direttamente proporzionale al livello di feedback che viene a crearsi nel sistema.