Chris O’Shea è un interaction designer che sviluppa i suoi progetti intorno al mondo dei più piccoli. Il 2012 lo ha visto cimentarsi anche nel mobile gaming con l’incredibile “Toca Boca“, videogame interattivo fuori dagli schemi e dedicato a chi gioca con il telefono/tablet  di papà.  In “Woodland Wiggle” la scenografia è suggestiva e riporta alla mente scene di “Alice nel paese delle meraviglie”, un gioco interattivo che permette ai bambini di entrare in un mondo fantastico in cui interagire. Per la programmazione O’Shea si è avvalso di C++ , openFrameworks e una camera kinect per il rilevamento dei movimenti.