“Cerebral Hut” è una kinetic installation nata da un’idea dell’architetto turco Guvenc Ozel (in collaborazione con il designer Alexander Karaivanov e i media artists Jona Hoier e Peter Innerhofer) e presentata all’interno dell’ultima Biennale di Istanbul. L’installazione si presenta come un igloo composto da pannelli esagonali programmati per comprimersi e espandersi a comando. Ozel ha utilizzato un lettore di onde cerebrali ed ha aggiunto uno script per trasformare il segnale dell’utente in comandi di movimento che agiscono sulla struttura.