“Cloud Face” è un opera del 2012 del media artist coreano Shinseungback Kimyonghun. Gli uomini vedono figure nelle nuvole, animali, volti e persino Dio. Questo tipo di percezione è presente anche nei computer attraverso algoritmi di face detection. “Cloud Face” è una raccolta di immagini  di nuvole che sono riconosciute come volto umano da un algoritmo di riconoscimento dei volti. In realtà è il risultato di un errore  ma pone l’accento sulla relazione tra “computer vision” e “human vision”.

 

Due settimane fa, Onformative in collaborazione con Christian Loclair  ha pubblicato un lavoro  simile nel concept utilizzando la face detection su Google Maps.