Vandalo, artista e hacker, queste sono le accezioni che ricadono su Katsu, street artist emergente della scena newyorkese anni ’90. Il suo lavoro lo ha portato a sperimentare con differenti tecnologie utilizzate per un fine creativo, collaborando con sviluppatori hardware che lo hanno introdotto nel mondo di Arduino. “Drone Graffiti” è il suo ultimo atto di ricerca che lo ha portato a confrontarsi con l’utilizzo dei droni per realizzare le sue opere d’arte. Un progetto critico nei confronti di chi pensa di utilizzare i droni contro la criminalità e il vandalismo e che Katsu combatte con le loro stesse armi.