Cercare una forma di contatto con gli alieni non è solo una prerogativa della NASA. Justin Dwyer con questa performance d’arte pone delle domande a delle forme di vita extraterrestri. Domande semplici e dirette come solo i bambini sanno fare. In “Floating Worlds” i messaggi video dei bambini vengono proiettati su delle bolle di sapone piene di fumo che vengono liberate nel cielo. Il tracking delle bolle di sapone viene realizzato tramite una kinect, la programmazione visuale dell’installazione è affidata a TouchDesigner.