Mancano pochi giorni all’inizio della quarta edizione del Toolkit Festival, interessante progetto nato a Venezia nel 2011 e organizzato dall’Associazione Culturale Toolkit, dedicato al settore più all’avanguardia dell’arte contemporanea, alla sperimentazione e all’uso della tecnologia in campo creativo, con l’intento di istituire un appuntamento internazionale tra artisti emergenti che si muovono nel campo dell’arte interattiva.

 

 

Ogni edizione, crescendo di volta in volta in maniera esponenziale, ha presentato artisti di diverse nazionalità che hanno risposto al bando di partecipazione. Durante i tre giorni del Festival, infatti, vengono proposte mostre interattive, performance di danza contemporanea e concerti di musica sperimentale, senza dimenticare di offrire una particolare attenzione al lato didattico e formativo, attraverso workshop simultanei incentrati sulla multimedialità e tenuti da artisti internazionali.

 

 

Quelli di quest’anno sono: Interattività e Scenografia Digitale a cura di Martin Romeo, Connessioni Multidisciplinari Arte/Scienza e Realtà Aumentata a cura di Luca Pozzi, Suono e Sound Design a cura di Andrea Santini, ambiti disciplinari diversi che svilupperanno tematiche autonome ma che condurranno alla realizzazione di progetti personali attraverso i quali, durante una fase finale collettiva, si avrà la possibilità di confrontarsi con tutti gli altri partecipanti e di avere uno scambio di esperienze e riflessioni tra i diversi settori di ricerca. Per le iscrizioni c’è tempo fino al 22 settembre prossimo ma – attenzione! – potrebbero essere chiuse anche prima nel caso venisse raggiunto il numero massimo dei partecipanti! (M.G.).