L’Interactive Architecture Lab è un gruppo di ricerca multidisciplinare che nasce da un programma di master presso la Bartlett School of Architecture, University College di Londra. Il loro lavoro indaga il comportamento e l’interazione tra ambienti e le persone che li vivono, ponendo attenzione a nuove tecnologie quali robotica, interfacce multi-sensoriali, IOT, e la progettazione di public interactive installations. “Eye Catcher” è un’installazione interattiva che ha visto sviluppare una nuova interfaccia espressiva dove algoritmi di riconoscimento dei volti innescano l’animazione di un volto ferrofluido. Per la realizzazione tecnica del progetto è stata utilizzata una combinazione di robotica industriale, magneti ad alta potenza, una camera per il riconoscimento facciale e una cornice apparentemente poco appariscente su un muro che magicamente prende vita.