Con un sistema di “shadow tracking” le ombre sul muro interagiscono sulla fisica di una palla proiettata, il gioco è fatto. Con questa tecnica è possibile creare diverse altre tipologie di interazioni con contenuti diversi.