“InteractiveBody 4.0″ è stato il quarto workshop intensivo con il focus sulle cosiddette architetture interattive e l’interazione che esse hanno con l’uomo e l’ambiente. Il workshop si è spinto anche oltre, nel considerare il concetto d’interazione con uno spazio “passivo” in attesa dell’input umano come superato. Un ambiente quindi che simuli una creatura vivente che prova “emozioni” e con capacità di reagire a qualsiasi stimolo esterno. I progetti realizzati durante il laboratorio sono state delle sperimentazioni che hanno provato a sovvertire il concetto di ambiente come luogo statico e passivo,  trasformandolo in attivo dinamico e sperimentale.